• Lavelli in acciaio inox. Anche se forte e resistente l’acciaio inox richiede comunque alcuni accorgimenti per una corretta manutenzione.
    • Pulizia. Dopo l’uso, sciacquare il lavello con acqua (preferibilmente calda) e detersivo comune per stoviglie, asciugare poi con un panno morbido o una pelle di daino.
    • Macchie d’acqua. L’acqua, anche se sufficientemente pura, può contenere sali, ferro, calcare, sostanze chimiche (acide o basiche) che possono favorire nell’acciaio inox macchie di ossidazione e corrosione. Per eliminarle utilizzare un prodotto specifico per l’acciaio inox.
    • Macchie resistenti. Dovute a residui di calcare o di sostanze grasse bollenti. Utilizzate per la pulizia un panno morbido imbevuto di alcool denaturato aceto bianco bollente. Oppure strofinate la superficie con una scorza di limone avendo l’accortezza di risciacquare immediatamente con acqua saponata la superficie interessata.
    • Evitate. Assolutamente l’uso di detergenti in polvere, pagliette abrasive o in acciaio che potrebbero graffiare irrimediabilmente la superficie dell’anta. Evitate anche l’utilizzo di detersivi che contengono cloro o suoi derivati come la candeggina e acido muriatico. Evitate il permanere per lungo tempo nelle vasche di stracci umidi o di oggetti di ferro arrugginiti.
    • Attenzione.Fare attenzione a schizzi di succo di agrumi, cola, caffè e sale che, se non rimossi subito, posso macchiare irrimediabilmente la superficie. Non lasciare sotto il lavello flaconi di detersivi aperti, e esalazioni dei quali potrebbero ossidare o corrodere l’acciaio inox.
  • Lavelli in fragranite®I lavelli in fragranite® e simili, sono un composto di pietra naturale e resina particolarmente resistente al calore, ai graffi, all’usura intensa. Il colore è parte integrante del materiale, quindi sempre costante anche attraverso le scalfitture provocate da urti e tagli.
    • Pulizia. Pulite la superficie del bacino con una spugna ruvida di fibra di nylon insaponata con movimenti circolari. Sciacquate accuratamente e poi asciugatelo per evitare eventuali depositi calcarei. Non utilizzate detergenti abrasivi che potrebbero opacizzare la superficie.
    • Tracce di calcare. Le macchie ostinate di acqua e calcare possono essere rimosse utilizzando aceto bianco o candeggina diluita.
    • Evitate. Non lasciate in deposito nelle vasche ammoniaca o soda caustica. Non utilizzare soda caustica calda per liberare gli scarichi.
  • Lavelli in Cristalite®Il Cristalite® è uno speciale materiale formato da resine selezionate e cariche di minerali. E’ molto resistente alle macchie, al calcare, agli acidi e all’azione della luce solare.
    • Pulizia. Usate acqua preferibilmente calda e detergenti non aggressivi; strofinate quindi la superficie con un panno morbido. In caso di macchie utilizzate un normale detergente da cucina. Per macchie particolarmente ostinate utilizzare un panno imbevuto di alcool o candeggina diluita.
    • Tracce di calcare. Rimuovete eventuali tracce di calcare con appositi detergenti anticalcare in commercio.
    • Evitate. Non lasciate in deposito nelle vasche ammoniaca o soda caustica. Non utilizzare soda caustica calda per liberare gli scarichi.
Stampa la pagina